In order to view this object you need Flash Player 9+ support!

Get Adobe Flash player

Powered by RS Web Solutions

In order to view this object you need Flash Player 9+ support!

Get Adobe Flash player

Powered by RS Web Solutions

In order to view this object you need Flash Player 9+ support!

Get Adobe Flash player

Powered by RS Web Solutions

Ristrutturazioni e miglioramento energetico, confermati bonus 50%

Ristrutturazioni e miglioramento energetico, confermati bonus 50%

Detrazioni maggiorate fino al 30 giugno 2013, respinte le richieste di stabilizzazione degli incentivi fiscali per la riqualificazione energetica

19/07/2012 - La pioggia di emendamenti sul ddl per lo sviluppo e la crescita non scalfisce i bonus su ristrutturazioni e riqualificazione energetica. Il passaggio dalle Commissioni riunite Finanze e attività produttive della Camera conferma infatti le detrazioni fiscali al 50% fino al 30 giugno 2013.

Come funzionano i bonus sulle ristrutturazioni
Nel caso delle ristrutturazioni, il bonus è salito dal 36% al 50%, ma solo per un periodo limitato, utile ad incentivare gli investimenti privati per contribuire alla ripresa economica. Le detrazioni saranno infatti maggiorate fino al 30 giugno 2013, mentre dal primo luglio si tornerà automaticamente alla vecchia normativa, con percentuali di sconto fiscale che scenderanno nuovamente al 36%, così come il tetto di spesa, che dai 96 mila euro del decreto sviluppo tornerà a 48 mila euro.

Per chiarire la situazione degli interventi già iniziati prima dell’entrata in vigore della norma, ma che proseguono nel periodo di applicazione della nuova normativa, nei giorni scorsi il sottosegretario al Ministero dell'Economia Vieri Ceriani ha affermato che il criterio per stabilire quale percentuale di detrazione applicare si basa sulla data in cui vengono effettuate le spese relative all’intervento.


Per il periodo di imposta 2012, le spese sostenute fino al 25 giugno 2012, usufruiscono della detrazione del 36%, con un tetto di spesa di 48 mila euro. Il
Decreto Legge sviluppo e crescita 83/2012, che ha introdotto il bonus maggiorato, è infatti entrato in vigore il 26 giugno. Tutte le spese pagate a partire da questa data sono quindi rimborsate al 50%, con un tetto di 96 mila euro.

Dal nuovo totale vanno detratte le spese già sostenute in precedenza, che sono state agevolate col regime del 36%.



Nel periodo di imposta 2013, spetta la detrazione del 50%, con tetto di 96 mila euro, per le spese sostenute fino al 30 giugno 2013. Nel caso in cui i lavori non inizino nel nuovo anno, ma proseguano da quello precedente, bisognerà tenere presenti le spese già pagate, che concorrono al raggiungimento del tetto dei 96 mila euro.

Dopo il 30 giugno 2013 si torna alla vecchia normativa. Ciò significa che se i lavori proseguono dopo il 30 giugno 2013, ed è già stata spesa una cifra superiore a 48 mila euro, le ulteriori spese non beneficeranno di nessuna agevolazione.


Detrazioni per la riqualificazione energetica
Come più volte lamentato dagli addetti ai lavori, le detrazioni del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici rimarranno in vigore fino al 31 dicembre 2012.

Dal primo gennaio 2013 gli interventi saranno assimilati alle ristrutturazioni. Le agevolazioni loro riconosciute passeranno quindi al 50% fino al 30 giugno 2013 e scenderanno al 36% dal primo luglio.



Nei giorni scorsi il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi si era fatto portavoce delle richieste degli operatori del settore, auspicando che gli incentivi fiscali previsti per i lavori di miglioramento energetico diventassero assi portanti della politica energetica nazionale e fossero prorogati oltre il 30 giugno 2013

Clicca qui per vedere l'art. originario